Newsletter

News collezioni

Museo di Ecologia
SETTEMBRE 2017

Grazie alla collaborazione instaurata con la Vigilanza Provinciale, la Regione Emilia-Romagna STACP di Forlì e con l’Istituto Zooprofilattico sede di Forlì è stato possibile recuperare e far naturalizzare un esemplare di Lupo rinvenuto morto a causa di un investimento stradale a Selbagnone di Forlimpopoli (FC) in settembre 2017.

Museo di Ecologia
SETTEMBRE 2011

Grazie alla collaborazione instaurata con il Corpo Forestale dello Stato e con la Provincia di Forlì-Cesena è stato possibile recuperare e far naturalizzare un esemplare di Gatto selvatico rinvenuto morto per cause naturali in comune di Bagno di Romagna (FC) in aprile 2010.

Museo di Ecologia
GIUGNO 2011

La collaborazione instaurata tra il Comune di Meldola e il Comune di Gemmano di Rimini ha permesso di venire in possesso di una congrua collezione di animali naturalizzati (circa 180 reperti) già detenuti dal locale museo naturalistico della Riserva di Onferno e donati a titolo gratuito al Museo di Ecologia.

Tra i soggetti più interessanti della collezione vi è una una Lince, diversi rapaci diurni e notturni tra i quali alcuni magnifici esemplari di Allocco degli Urali, Nibbio bruno e Nibbio reale; per i reperti più significativi, in quanto a valore didattico-espositivo, sono state avviate le procedure per un loro restauro conservativo.

Museo di Ecologia
MAGGIO 2011

La collaborazione instaurata tra il servizio veterinario dell'AUSL di Forlì ha permesso di venire in possesso di una carcassa di Falco di palude, deceduto nonostante le cure veterinarie di primo soccorso prestate; l’esemplare ferito era stato rinvenuto alla periferia nord di Forlì nel marzo 2010.

Tale esemplare, ora tassidermizzato e naturalizzato, è custodito nel deposito del Museo di Ecologia: esso assume un importante valore documentativo in quanto la specie da tempo non si osservava nel forlivese.

Museo di Ecologia
APRILE 2011

La collaborazione instaurata tra il Dipartimento di Biologia cellulare e ambientale dell’Università degli Studi di Perugia ha permesso di venire in possesso di due pelli tassidermizzate l’una di Gatto selvatico,l’altra di Martora rinvenuti rispettivamente nei Monti Sibillini e nei dintorni di Siena, già in possesso del dipartimento e donate al museo per scopi comparativi e didattici. Il materiale è ora custodito nel deposito del Museo di Ecologia.

1 2 >