Newsletter

Mission

Il Museo Meldolese (di proprietà comunale) nasce nel 2003 e ha tra i suoi obiettivi la raccolta e la custodia, lo studio e la conservazione dei reperti naturalistici più significativi progressivamente rinvenuti e recuperati nelle Colline Forlivesi e più in generale nel territorio della Romagna biogeografia “Zangheriana”.

La tutela di questo patrimonio, assieme ai progetti di ricerca scientifica applicata e ai programmi di divulgazione e informazione naturalistica rappresentano un importante processo culturale: la documentazione sulla diffusione e la presenza degli organismi viventi (ricostruita anche sulla base dei reperti depositati nei musei) risulta utile per pianificare in modo efficace le azioni di salvaguardia.

Il reperto, naturalizzato ad arte, facilita le campagne di sensibilizzazione a favore delle specie stesse ed è un utile strumento didattico in grado di trasmettere emozioni ed informazioni a vari livelli percettivi: esso è capace quindi di accrescere nel cittadino una maggiore consapevolezza sulle “regole della natura” e a sua volta può rappresentare un utile mezzo per risvegliare un positivo approccio verso “la vita selvatica” e quindi, in definitiva, un insieme di comportamenti positivi con la pluralità degli organismi presenti come “vivi e liberi” nell’ambiente naturale e meritevoli di rispetto da parte dell’uomo e non solo oggetto di un egoistico sfruttamento.

L’esposizione museale riabilitata nella sua essenza: non più secondo le regole dettate dal puro collezionismo, bensì come un mezzo, affascinante e stupefacente, capace di affinare le nostre conoscenze scientifiche e orientare i processi di salvaguardia e rispetto delle specie, degli ecosistemi e dell’ambiente nel suo complesso.

Carta dei servizi
Regolamento