Newsletter

Attivitą in sintesi

…VETRINA DELLA BIODIVERSITA’ (presenta, mette in rassegna e interpreta la varietà degli organismi e degli habitat)

…BIBLIOTECA DELLA SISTEMATICA (conserva i reperti naturali per un raffronto e uno studio sulle differenze e sulle analogie tra gli organismi)

…ANAGRAFE DELLA BIOGEOGRAFIA (raccoglie dati sulla diffusione delle specie e la numerosità delle popolazioni)

…OFFICINA DELL’EDUCAZIONE AMBIENTALE (progetta e svolge attività di informazione e divulgazione sui temi naturalistici)

…PRONTO SOCCORSO PER L’ECOLOGIA (cerca soluzioni ai problemi scaturiti dai rapporti tra gli organismi e tra gli organismi e i loro habitat anche in funzione delle pressioni antropiche)

…FORUM SULLA RICERCA APPLICATA (sperimenta, mette a confronto e discute le differenti metodologie di indagine scientifica e il loro utilizzo per la gestione del territorio)

Il museo è quindi una struttura articolata e dinamica primariamente dedicata a conservare e divulgare le informazioni sull’ambiente naturale estrapolate dalle banche dati riferite a:

  • le osservazioni compiute in natura (già presenti in report, atlanti, articoli e pubblicazioni, ma anche comunicate in verbis o in letteris e oggetto di specifiche e originali campagne di ricerca e monitoraggio)
  • gli oggetti (reperti) raccolti, recuperati, conservati e custoditi (eventualmente esposti) nella mostra e nel deposito (le csd collezioni scientifiche).

Le informazioni sulla natura (es. presenza e diffusione delle specie, loro biologia, ecologia e comportamento) sono utilizzate direttamente dal museo e/o messe a disposizione della società per scopi: culturali, formativi, didattici e scientifici, per la salvaguardia naturalistica e i restauri ambientali, per la pianificazione e la sostenibilità delle azioni, degli interventi e dei comportamenti dell’uomo.